Tu sei qui

I vantaggi per gli iscritti

Stampa

La Cassa è costantemente impegnata nel garantire, oltre alla pensione, una serie di opportunità, vantaggi e benefici assistenziali per l’iscritto e i suoi familiari.

Opportunità

I dottori commercialisti che si iscrivono per la prima volta alla Cassa con una decorrenza tra il 2017 e il 2021 non sono obbligati al versamento del contributo soggettivo minimo per i primi 3 anni di iscrizione.

Il contributo soggettivo, pertanto, sarà  pari al 12% del reddito (aliquota che, a scelta, può arrivare fino al 100%).  E’ data comunque la possibilità di versare un contributo soggettivo pari a quello minimo, qualora l’applicazione dell’aliquota massima del 100% al reddito determini un contributo soggettivo inferiore a quello minimo, al fine di consentire, fin da subito, la costruzione di  un maggior montante contributivo.

I dottori commercialisti che, al momento dell’iscrizione, hanno meno di 35 anni non devono versare per i primi 3 anni di iscrizione, neanche la contribuzione integrativa minima.

Vantaggi

Ai fini pensionistici la Cassa riconosce sul montante contributivo un maggiore contributo rispetto a quello versato, con un sistema di premialità che cresce al crescere dell’aliquota di contribuzione soggettiva scelta (v. allegato 3, tabella C del Regolamento Unitario). Tale premialità è applicata in misura intera per gli iscritti dal 2004 e proporzionalmente ridotta per chi è iscritto in data antecedente.
Sempre al fine di incrementare l’adeguatezza delle pensioni calcolate con il metodo contributivo, dal 2013 al 2022 la Cassa riconosce sui montanti contributivi il 25% del contributo integrativo dovuto e versato dall’iscritto in misura intera per gli iscritti dal 2004 e proporzionalmente ridotta per chi è iscritto in data antecedente, al pari di quanto avviene per la premialità applicata sul contributo soggettivo (v. allegato 4, tabella D del Regolamento Unitario).
Il tasso annuo di capitalizzazione applicato dalla Cassa per la rivalutazione del montante contributivo viene determinato in base alla media quinquennale del tasso di rendimento degli investimenti della Cassa (con un minimo garantito dell’1,5%). Tale meccanismo può comportare significativi tassi di rendimento dei contributi versati e, di conseguenza, pensioni sempre più adeguate.

Benefici assistenziali

L’iscritto alla Cassa può usufruire da subito di diversi benefici, tra cui: la polizza sanitaria  gratuita, il contributo a sostegno della maternità (riservato alle neomamme) che si aggiunge all’indennità di maternità generale, le borse di studio per gli iscritti e i loro figli che frequentano con profitto scuole, istituti ed università,  gli interventi economici previsti  in caso d’ interruzione dell’attività professionale per malattia o infortunio o al verificarsi di avvenimenti straordinari che mettono in difficoltà economiche l’iscritto.

Tutela della Famiglia

La serenità familiare è determinante per poter concentrare gli sforzi sullo svolgimento dell’attività professionale e la Cassa interviene con aiuti economici specifici come il contributo previsto in caso di: figli portatori di handicap o malattie invalidanti, assistenza domiciliare prestata da personale infermieristico o da collaboratori domestici, spese sostenute per il soggiorno in case di riposo o istituti di ricovero ed infine nel caso in cui venga a mancare l’iscritto, è previsto un contributo per ogni orfano dell’iscritto dall’età prescolare fino al 26° anno di età se studente.

Convenzioni

Agli iscritti alla Cassa sono riservate una serie di convenzioni che garantiscono condizioni vantaggiose per l’acquisto di diversi beni o servizi (strumenti per la professione, servizi bancari, editoria e tempo libero, etc).

Contatti ed orari

Emergenza Covid-19

Gli iscritti che ne avessero necessità possono contattare l’helpdesk Cassa tramite il servizio online PAT disponibile nell’area riservata del sito o, tramite pec, scrivendo all’indirizzo email: servizio.supporto@pec.cnpadc.it. Chi non fosse in possesso delle credenziali di accesso all’area riservata o di una pec può fare riferimento all’email supporto@cnpadc.it. Il personale della Cassa provvederà, nei tempi tecnici necessari, a ricontattare telefonicamente chi ne ha fatto richiesta. A questo proposito segnaliamo che, dal momento che il servizio di consulenza prevede l’utilizzo di cellulari personali, all’utente la chiamata apparirà da “numero privato”.

Ricevimento in sede

Temporaneamente sospeso

Numero Verde: 800545130

Temporaneamente sospeso

CNPADC - Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza a favore dei Dottori Commercialisti

Via Mantova 1 - 00198 Roma

C.F. 80021670585

Posta Elettronica Certificata dedicata agli Associati: servizio.supporto@pec.cnpadc.it

Prenotazione online della consulenza telefonica: servizio PAT disponibile all'interno dell'area riservata