Chiudi
CDC AppCDC App, installa la versione aggiornata Android  Ios

Tu sei qui

Cancellazione

Stampa
La cancellazione dalla Cassa può essere richiesta dall’iscritto a seguito di:
  • cessazione posizione IVA (cancellazione obbligatoria - decorrenza 31 dicembre dell’anno di cessazione);
  • cancellazione Albo professionale e/o trasferimento nell’Elenco Speciale non Esercenti (cancellazione obbligatoria - decorrenza 31 dicembre dell’anno di cancellazione e/o trasferimento);
  • iscrizione ad altra forma di previdenza obbligatoria per lo svolgimento di una attività diversa da quella di dottore commercialista o beneficiario di pensione erogata da altro Ente (cancellazione facoltativa - decorrenza 31 dicembre dell’anno di presentazione della domanda);
  • iscrizione ad altra Cassa professionale (cancellazione obbligatoria - decorrenza 31 dicembre dell’anno di iscrizione ad altra Cassa).

Nel caso in cui la Cassa accerti che l'iscritto non è più in possesso anche di uno solo dei requisiti di iscrizione, in assenza della domanda, procede alla cancellazione d'ufficio.

Restituzione dei contributi

Entro 10 anni dalla ricezione della comunicazione di cancellazione, gli iscritti che non hanno  maturato il diritto alla pensione possono chiedere la restituzione della contribuzione soggettiva versata.
La restituzione spetta anche agli eredi del professionista che non abbia raggiunto il diritto a pensione, qualora gli stessi non abbiano diritto alla pensione indiretta.

Non hanno diritto alla restituzione:

  • gli iscritti dal 1° gennaio 2004  che non possono far valere anzianità antecedenti e che si cancellano avendo maturato 5 annualità contributive;
  • coloro che si sono avvalsi della facoltà di ricongiunzione ai sensi della legge 5 marzo 1990 n.45;
  • coloro che si sono avvalsi della facoltà di totalizzazione di cui al d.lgs. 2 febbraio 2006, n. 42;
  • coloro che si sono avvalsi della facoltà di cumulo di cui alla legge 24 dicembre 2012, n.228.

La domanda di cancellazione e/o restituzione dei contributi deve essere presentata utilizzando esclusivamente il servizio online DCR – Domanda di cancellazione e/o restituzione dei contributi, allegando la seguente documentazione:

  • fotocopia di un documento di identità o di riconoscimento in corso di validità;

In caso di cessazione dell’attività professionale:

  • copia del certificato di chiusura partita IVA dello studio associato e/o della società tra professionisti o copia atto di recesso dallo studio associato e/o dalla società tra professionisti o copia del certificato di cancellazione dall’Albo che attesti la data di decorrenza della cancellazione;

In caso di iscrizione ad altro ente di previdenza obbligatorio o beneficiario di pensione erogata da altro ente di previdenza:

copia documentazione aggiornata comprovante l’iscrizione ad altro Ente di Previdenza obbligatorio o copia del certificato di servizio rilasciato dal datore di lavoro o documentazione attestante la titolarità e la decorrenza del trattamento pensionistico o copia del certificato di iscrizione presso altra Cassa previdenziale che attesti la data di decorrenza di iscrizione.

Contatti ed orari

Numero Verde: 800545130

Attivo dal lunedì al giovedì dalle 8.45 alle 12.45 e dalle 14.00 alle 16.00 - il venerdì dalle 8.45 alle 13.45

Videochiamata/Ricevimento in sede

Attivo ogni martedì e giovedì dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 15:30 esclusivamente su appuntamento. Per prenotare clicca qui

Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza a favore dei Dottori Commercialisti

Via Mantova 1 - 00198 Roma

C.F. 80021670585

Posta Elettronica Certificata dedicata agli Associati: servizio.supporto@pec.cnpadc.it

Per essere ricontattato dalla Cassa è disponibile il servizio PAT all'interno dell'area riservata.

Per informazioni sulla Polizza Sanitaria Reale Mutua Assicurazioni

Numero Verde: 800555266

Per informazioni sulla Polizza EMAPI - Temporanea Caso Morte

Numero: 0644250196