Tu sei qui

Contributo per spese di assistenza domiciliare

Stampa

E’ un contributo di partecipazione alle spese sostenute per l'assistenza domiciliare prestata da personale infermieristico o da collaboratori domestici a persone che versano in uno stato di non autosufficienza, in quanto impossibilitate a svolgere autonomamente almeno tre dei seguenti quattro atti della vita quotidiana: lavarsi, nutrirsi, deambulare e vestirsi.

Chi può richiederlo:

  • iscritti o pensionati della Cassa per l’assistenza a se stessi o per i familiari legati da vincolo di coniugio o di parentela in linea retta di primo grado;
  • iscritti o pensionati di invalidità della Cassa per l’assistenza ai fratelli e alle sorelle;

a condizione che il destinatario dell’assistenza risulti nello stato di famiglia e a carico dell’iscritto o del pensionato della Cassa e che, il reddito imponibile complessivo del nucleo familiare non superi il limite di reddito fissato dal Consiglio di Amministrazione per individuare lo stato di bisogno.

Quanto spetta:

Per l’anno 2020 il contributo mensile massimo erogabile per 12 mesi è pari a € 600,00.

Quando e come richiederlo:

Il contributo deve essere richiesto entro l’anno successivo a quello di sostenimento delle spese utilizzando il modulo di domanda di erogazione del contributo per spese di assistenza domiciliare allegando la documentazione richiesta.

Contatti ed orari

Numero Verde: 800545130

Attivo dal lunedì al giovedì dalle 8:45 alle 12:45 e dalle 14:00 alle 16:00 - il venerdì dalle 8:45 alle 13:45

Posta Elettronica Certificata dedicata agli Associati: servizio.supporto@pec.cnpadc.it

CNPADC - Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza a favore dei Dottori Commercialisti

Via Mantova 1 - 00198 Roma

C.F. 80021670585

Ricevimento in sede

Temporaneamente sospeso

Prenotazione online della consulenza telefonica: servizio PAT disponibile all'interno dell'area riservata